Cosa cercano i publisher negli sviluppatori indie?

0

Cosa cercano i publisher negli sviluppatori indie? GamesIndustry.biz ha organizzato per il 30 marzo un evento che farà incontrare sviluppatori indie e publisher all’EGX Rezzed (http://bit.ly/2lTEDUQ) a Londra, e per preparare i dev all’occasione ha pensato di chiedere a un po’ di publisher quali siano i fattori più importanti nel determinare la scelta di prendere uno sviluppatore sotto la propria ala.

Nel post ci sono le risposte di un po’ di publisher di medio cabotaggio, da Raw Fury (Kingdom) a Team 17, dallo Square Enix Collective a Humble, ma all’evento saranno presenti anche Nintendo e Sega (http://bit.ly/2mjo6pt).

Per i dettagli vi rimando al link, ma in generale sono emersi diversi temi comuni:

– È bene preparare con cura il proprio pitch e provarlo diverse volte, contando che in eventi del genere deve stare tutto in 10 minuti, incluso qualche minuto alla fine per eventuali domande
– Meglio presentarsi con una vertical slice o con un trailer di gameplay: artwork e documenti di design ovviamente hanno molte meno chance di essere presi in considerazione
– I dev che curano non solo lo sviluppo del proprio gioco, ma anche il lato marketing e business, studiando il mercato ed eventuali concorrenti, e pianificando la propria sostenibilità a lungo termine, fanno sempre una buona impressione

Altri consigli riguardavano l’informarsi sui publisher con cui si ha a che fare (magari anche cercando i resoconti delle esperienze di altri dev) e prepararsi diversi materiali (trailer, demo, documenti di design) e usarli a seconda delle preferenze del publisher e dell’opportunità del momento.

Qui in Italia non so quanti eventi del genere ci siano, di sicuro lo Svilupparty, forse anche l’IGDS alla Games Week? Ne conoscete altri?

Comunque gli elementi emersi in questo post sicuramente valgono in generale – anche via email, ad esempio, è meglio essere concisi e d’impatto, proprio come in un pitch dal vivo.

Per finire, a qualcuno di voi è mai capitato di fare un pitch a un publisher? Avete qualche trucco o consiglio da condividere?

What publishers look for in indie games

www.gamesindustry.biz
Road to Rezzed: We speak to several top indie games publishers to discuss why they pick the titles they do

BrunoB avevo scritto un po’ ma poi ho cancellato tutto per paura di rompere i coglioni come l’altra volta, solo una domanda volevo farti, come mai hai optato per riportare proprio quest’ aspetto del “come prepararsi ad un eventuale meeting” rispetto ad altri contenuti che quest articolo imho tratta in modo interessante tanto che è un peccato non averli richiamati anche qua.. certo uno può andare a leggerseli per carità (io l’ho fatto) però niente era giusto per sapere per curiosità

NN81 posso farti una domanda schietta? Hai mai sviluppato un gioco completo? Non conosco il tuo background, te lo chiedo perché più volte mi sono chiesto quali fossero le caratteristiche necessarie di uno sviluppatore per chiudere i suoi progetti.
Io sostengo che per portare avanti lo sviluppo di un videogioco bisogna convivere con continui compromessi tra expected results, vincoli temporali, tecnici, di budget, guardare il progetto nel suo complesso, scandire i tempi, pianificare.
Dai tuoi interventi la prima impressione che ho è sicuramente che hai un’attenzione al dettaglio ed un rigore che decisamente non mi appartiene.
Volevo sapere se queste caratteristiche ti aiutano nel far funzionare perfettamente ogni parte del gioco, oppure ti distolgono troppo dell’obiettivo principale che è shippare?
Da quello che ho visto sulla pagina dei lavori comunque i tuoi progetti sono decisamente interessanti.

beh ho riportato le robe che mi avevano più colpito e che mi sembrava si ripetessero di più, tu cos’altro avresti messo in particolare?

mi sembra di aver risposto solo alla tua domanda

BrunoB beh ho riportato le robe che mi avevano più colpito e che mi sembrava si ripetessero di più, tu cos’altro avresti messo in particolare?

per la cronaca, le minacce e i ban non mi fanno ne caldo ne freddo, quindi, in caso, fatelo senza dirlo che sa di meno ipocrisia.

@BrunoB mah guarda intanto partendo un po’ più in linea dall’articolo che recita “what-publishers-look-for-in-indie-GAMES” e non tanto “what-publishers-look-for-in-indie-games-DEVELOPERS”, nel senso che cosa cerca un publisher in un developer è una domanda banale, quello che cerca èovviamente un talento da prendere sotto la propria ala col quale collaborare (sfruttare? XD) come potenziale veicolo di tanti dollaroni..
l’articolo fa un abella domanda che è quella che dovrebbero porsi un po’ tutti, cioè se ci sono 5000 giochi su steam, perchè dovrebbero preferire il nostro rispetto agli altri 4999? passione e determinazione per fare i propri giochi.. il discorso di sviluppare con un occhio a quello che “va di moda” tenendo conto però anche in previsione se l’anno dopo quella moda ci sarà sempre o sarà passata.. insomma c’erano un paio di consigli ero solo curioso del perchè ti avesse colpito soprattutto il disorso della presentazione.
@TheFoxSoft sono nel campo da 4 mesi appena, sto imparando a usare Blender e Construct2, mai sviluppato un gioco intiero, il massimo che ho fatto finora è un livello di una specie di platform (più che altro un tutorial customizzato di quando avevo cominciato ad usare C2)
si sono un po’ pignolo e scassaballe, diciamo che me ne rendo conto ma non posso farci molto quindi vi chiedo pazienza

NN81 @BrunoB mah guarda intanto partendo un po’ più in linea dall’articolo che recita “what-publishers-look-for-in-indie-GAMES” e non tanto “what-publishers-look-for-in-indie-games-DEVELOPERS”, nel senso che cosa cerca un publisher in un developer è una domanda banale, quello che cerca èovviamente un talento da prendere sotto la propria ala col quale collaborare (sfruttare? XD) come potenziale veicolo di tanti dollaroni..

stai facendo di nuovo quella cosa che arrivi e fai il precisino scassaca**i

NN81 l’articolo fa un abella domanda che è quella che dovrebbero porsi un po’ tutti, cioè se ci sono 5000 giochi su steam, perchè dovrebbero preferire il nostro rispetto agli altri 4999? passione e determinazione per fare i propri giochi.. il discorso di sviluppare con un occhio a quello che “va di moda” tenendo conto però anche in previsione se l’anno dopo quella moda ci sarà sempre o sarà passata.. insomma c’erano un paio di consigli ero solo curioso del perchè ti avesse colpito soprattutto il disorso della presentazione.

potevi scrivere semplicemente questo paragrafo e basta invece di metterci come al solito la precisazione iniziale che “beh ‘sta roba la sanno tutti non serve a niente”

se non ho messo quella roba è stato semplicemente perché mentre scrivevo il post m’era passata di mente, e comunque volevo scrivere solo un’introduzione di massima con cui dare un’idea dell’articolo così che poi chi fosse interessato se lo andasse a leggere per intero

NN81 @TheFoxSoft sono nel campo da 4 mesi appena, sto imparando a usare Blender e Construct2, mai sviluppato un gioco intiero, il massimo che ho fatto finora è un livello di una specie di platform (più che altro un tutorial customizzato di quando avevo cominciato ad usare C2)

quindi dall’alto di non aver realizzato un gioco che sia uno e di essere al massimo un hobbysta che quattro mesi fa ha deciso di provarci te ne vieni qui a fare il professore?

NN81 si sono un po’ pignolo e scassaballe, diciamo che me ne rendo conto ma non posso farci molto quindi vi chiedo pazienza

la pazienza comincia a finire, già t’ho ripreso una volta, continua così e arriva il ban (che per inciso se non ci fossi stato io tra gli admin a mediare sarebbe già arrivato)

NN81 per la cronaca, le minacce e i ban non mi fanno ne caldo ne freddo, quindi, in caso, fatelo senza dirlo che sa di meno ipocrisia.

non è una minaccia, è un semplice avvertimento per dirti: questo e questo non vanno bene, cerca di correggere altrimenti scatta il ban, nessuna ipocrisia e tutto alla luce del sole

Tornando in topic io invece vorrei ringraziare pubblicamente BrunoB perché:
1. si cerca gli articoli
2. invece di spararli come link li commenta pure
3. non pago se li traduce pure quindi chi non mastica perfettamente l’inglese almeno un pochino dell’articolo lo capisce.
4. E non lo paga nessuno!!!

Garantisco che è una gran cosa e senza gente come lui i forum schiattano.

_Tx_ imho, in caso, il miglior modo di ringraziare Bruno e chi come lui per tutto quanto, è valorizzare il suo contributo nella pratica con tanti commenti e feedback, in questo senso mi sento di averlo ringraziato molto meglio di te, perchè se non commentavo io stò topic stava probabilmente ancora a zero commenti.
almeno gli ho fatto intendere che il suo lavoro non è stato vano perchè ha destato interesse in qualcuno, qualcuno che è stato invogliato ad andare a leggersi l’articolo e ho discusso con lui perfino degli altri contenuti. sono certo che tanti altri non si siano degnati di fare nemmeno questo, e che a conti fatti, qualunque forma di riscontro dall’utenza, sia pure critica o di disaccordo, è sempre preferibile all’indifferenza.
ti garantisco che i forum schiattano per tanti motivi. ma di sicuro non per un NN81 in meno.

_Tx_ grazie!

NN81 non è una gara, tranquillo. :) perché non vieni un po’ in chat su Discord?

_Tx_ 4. E non lo paga nessuno!!!

Veramente volendo si può rimediare:D (scherzo eh però un contributo spese per hosting e cazzi male non fa! ;) )

Ok dai, andiamo avanti.
Purtroppo sono immerso con delle release, appena finisco cerco anche io di poter dare un contributo al forum

Comments are closed.