Steam Greenlight addio: Valve presenta Steam Direct

0

Basta Greenlight, arriva Steam Direct: per pubblicare un gioco sullo store non bisognerà più passare il vaglio della community, basterà pagare una tariffa a Valve per ogni titolo che si vorrà pubblicare, e via.

Quanto bisognerà pagare? Si stanno considerando varie opzioni, che vanno dai 200 ai 5.000 dollari a titolo. Bisognerà trovare il giusto equilibrio tra il dare un’opportunità agli sviluppatori più piccoli, ed eliminare a priori truffe, robe messe insieme a caso, e altre schifezze assortite.

Steam diventerà come gli store mobile? Valve assicura di no, grazie alle novità apportate dall’ultimo update all’algoritmo di discoverability (http://bit.ly/2lzotfA): ogni utente vedrà sulla propria homepage esattamente il tipo di giochi che desidera… almeno negli intenti.

“Steam Greenlight, and a bunch of the tools and features that we worked on in the interim years were a super useful bridge, but now, instead of having a bunch of good games where we’re the bottleneck — where we’re in the way — we want to get ourselves out of the way so more of those games can come to Steam faster,” said Giardino. “Greenlight was a super-useful stepping stone. It helped us go through and solve a bunch of problems for developers.”

Steam Greenlight is dead: Valve introduces Steam Direct

venturebeat.com
Valve wants to take itself out of the equation when it comes to the Steam PC gaming marketplace, and that means it is ending the Steam Greenlight program and introducing a far more open platform.

A me fa piacere sapere che Valve sia consapevole al 100% di quel che accade sul suo Greenlight! Sembra che il prezzo da pagare per superare a priori il giudizio dei giocatori sia una tassa più salata, e purtroppo molti di noi (il mio gruppo compreso) troverá buone difficoltá.

Valve se ne frega da quando ha aperto Greenlight. Questa mossa ci sta, non cambierà molto. Speriamo non sia troppo alta la fee d’ingresso, ma forse un po’ di filtro un più lo farà (i soldi comunque te li ridanno con le prime vendite)

Christian in che senso te li ridanno?

No, forse no

mi sembra interessante questa considerazione:

“Steam Greenlight (and Steam Direct) is not for AAA developers, or established commercial indies, or indie publishers like Devolver or Adult Swim, who already have guaranteed unfettered access to Steam. Instead, these systems are for the most vulnerable in the game developer community — people who are starting out, students, experimental designers, etc. When you ask, “is Steam Direct good”, you should be imagining how it affects poorer people with precarious situations and no working relationship with Valve.”

http://www.blog.radiator.debacle.us/2017/02/thoughts-on-steam-direct.html

Secondo me è meglio con la tassa e vai. Almeno sai di che morte morire. Costa x? Bene ce li ho da investire ma almeno non devo aspettare tempo indefinito a patti indefiniti aspettando voti indefiniti da pubblico indefinito 😀 Greenlight mi è sempre sembrato malfatto come sistema

Per come la vedo io, non cambierà molto in sostanza tranne il fatto che Valve ha trovato l’ennesimo escamotage per $$$.
Prima bisognava mettere il gioco ai voti ed era lungo e tedioso, ok, adesso basta che paghi. Ti arriverà comunque il riccone che ci butta dentro spazzatura perchè può permetterselo, esattamente come nella musica vedi i virtuosi squattrinati con la chitarrina di seconda mano e i figlioletti di papà che non sanno il giro di do ma sono già armati di Ibanez e pedaliera da duemila euro. In ogni caso Valve prende i soldi, quindi win/win. Impareggiabili 😀

Scusa Paolo, ma su console non funziona così?? I costi mi sembrano più alti rispetto a 5K ad esempio. Però nessuno grida allo scandalo.

Su console non entra pinco pallino, non ti danno accesso a scedev o xdp così a muzzo. Devi essere in qualche modo referenziato.

Esatto, quindi è ancora più “blindato”…ma viene valutato come un plus non come un problema

Beh forse ho capito male io ma su Valve sarà diverso, basterà pagare e stop. In termini di qualità generale della vetrina non cambierà molto ma Valve facendo così prenderà un fracco di soldi in più. Hanno visto l’incredibile sovraffollamento di gente che vuole pubblicare e hanno fatto 2 + 2, com’è nella loro natura 😉

Si si, intendevo che se metti una fee di 5.000$ fai scrematura naturale, ma dal mio punto di vista assolutamente personale (e quindi ovviamente puoi non condividere), penso che sia un bene

E infatti ti dicevo che questo non farà una vera scrematura naturale, certo se mettesse 50K sarebbe folle ma 5K è una cifra alla quale di riffa o di raffa puoi arrivare lo stesso, specie se poi come dici tu ti vengono ridate. La vera differenza rispetto a prima è che Valve ci straguadagna di più, viene da chiedersi come mai non l’avessero fatto prima XD

La differenza potrebbe farlo il nuovo algoritmo di discovery, vediamo come si comporterà. Cioè un po ‘come funziona adesso Netflix: all’inizio indichi i tuoi interessi. I miei: X-Files e Oltre Limiti ad esempio, e da li mi ha suggerito tutte serie di fantascienza che poi effettivamente sono risultate di mio gusto.

Per quanto riguarda la fee, te la scalano. Ovvero metti caso la fee sta 5.000$ allora tu riceverai il 100% del lordo fino ad arrivare a quota 15.000$. da li in poi Valve si trattiene il 30%

interessante questo dettaglio, hai qualche fonte dove lo dicono?

devo ritrovarla

una proposta dell’autore di Steam Spy: https://twitter.com/Steam_Spy/status/830915608527175681

“Steam idea: like Greenlight but people actually preorder the game. If it reaches ,000, it gets released. Otherwise everyone is refunded.”

“We’ve decided to try to financially support some developers that are doing amazing things but might struggle with Steam Direct if the fee ends up being on the expensive side like 00 or above by paying the fee for them.”

http://www.gamasutra.com/view/news/291544/Raw_Fury_aims_to_set_up_fund_that_helps_devs_pay_Steam_Direct_fees.php

Raw Fury aims to set up fund that helps devs pay Steam Direct fees

www.gamasutra.com
If the price of Valve’s upcoming fee-based Steam submission system is up in the ~k range, indie publisher Raw Fury is thinking about establishing a dedicated fund for non-partner devs to use.

se non ho capito male qualcosina si paga anche per proporre un progetto su “Greenlight”, non 5.000 dollari di sicuro XD, non ricordo se siano 50 o 100..

100 euro una tantum la prima volta con greenlight, con direct si parla di X euro a titolo, in pratica ti compri lo “slot” sullo store

si si avevo capito
quel che non si capisce è in base a che cosa oscillerebbe da 200 a 5MILA dollari la X

NN81 non è che varierà da gioco a gioco, devono ancora decidere quanto far pagare a ogni gioco, e stanno considerando cifre che vanno dai 200 ai 5.000 dollari, poi una volta stabilita una cifra sarà uguale per tutti (almeno così si capisce)

Ho letto anche io l’articolo e ho un po di perplessità.
I casi per me sono tre:

1) Valve mette 100$ per poter rilasciare ogni gioco, quindi una cifra decisamente bassa, e ci ritroveremo ad uno Steam che punta più sulla quantità. Insomma un nuovo Playstore/Appstore super saturo.
2) Valve mette una cifra alta per ogni gioco (dai 1000$ in su) che taglierebbe le gambe a tutti i piccoli indie.
3) Una via di mezzo che permetterebbe a chi ci crede davvero di investire nel proprio progetto. Rimane però il problema che per esempio 300$ qui sono ancora “abbordabili” ma per gli indie del terzo mondo sono una cifra esorbitante.

BrunoB parli di una cifra dai 500$ ai 2000$ ma nell’articolo parla di un range che va dai 100$ ai 5000$. Dove hai preso quel dato?

Inoltre non ho ben capito, se ho già dei titoli approvati su Steam Greenlight dovrò comunque pagare per rilasciarli?

si.. per tutti quelli che possono permettersi cifre simili XD
prevedo una moria di massa di giovani speranze del making..

NN81 prevedo una moria di massa di giovani speranze del making..

Così magari le giovani speranze penseranno di più al divertimento ed alla creatività e meno a fare subito soldi. :joy:
Ultimamente si vedevano un po’ troppi ragazzetti alle primissime armi, che prima ancora di approcciare la creazione di un gioco dal punto di vista artistico o tecnico… valutavano subito l’opportunità di venderlo su Steam!

beh, per le giovani speranze ci sono sempre itch.io, gamejolt e compagnia cantante, hanno meno pubblico potenziale è vero, ma anche meno concorrenza, e di sicuro il lavoro per farsi “conoscere” lì è minore che non quello per farsi “conoscere” su steam (al netto degli algoritmi di discoverability, ovviamente)

per la maggiore sono d’accordo col tuo ragionar

havana24 parli di una cifra dai 500 ai 2000 ma nell’articolo parla di un range che va dai 100 ai 5.000. Dove hai preso quel dato?

Da nessuna parte, mi sono solo confuso :D

havana24 Inoltre non ho ben capito, se ho già dei titoli approvati su Steam Greenlight dovrò comunque pagare per rilasciarli?

Questo non saprei, però credo di no…

@havana24 già per l’americano medio qualche centinaio di dollari sono niente, per altri sono i risparmi di un anno di duro lavoro.. speriamo perlomeno che rimanga una sorta di pre-approvazione “a voti”, altrimenti si rischia di ritrovarsi il panorama saturato di giochi dementi di bambini ricchi..

Qualcuno ha novità a riguardo?

Peccato, secondo me il fatto che la community scegliesse quale pubblicare era una buona idea.

trafitto Già. http://store.steampowered.com/curator/7048177-Worst-games-of-all-time/?l=italian&appid=329950

theGiallo Oddio è la lista più bella che abbia mai visto… Grazie :D

Si è poi più saputo nulla a riguardo?

ancora nulla al momento, come al solito gabe è un’amante capricciosa, prima ti colpisce e poi ti tiene lì appeso senza sapere niente…

Comments are closed.