Aeon of Sands, un Dungeon Master post-apocalittico

0

Vorrei ripresentare il gioco a cui sto lavorando, Aeon of Sands, di cui avevo scritto un anno e mezzo fa su Indie Vault, e che con il mio collega SiENcE di Two Bits Kid stiamo per completare. :)

Aeon of Sands – The Trail è un RPG / disavventura grafica-testuale retrò, nel quale il giocatore interpreta uno sfaticato impiegato comunale, tale Setrani, Set per amici e creditori.

Solo che la sua città è una delle ultime rimaste di una società post-civilizzata, in un mondo desertico e bruciato da due soli, e il nostro impiegato comunale ne è stato appena buttato fuori con una missione disperata: la ricerca di una carovana perduta.

Ed è solo lunedì.

Footage dal gioco

Aeon of SandsAoS per brevità – ha un’ambientazione low-fantasy: l’esplorazione avviene in una visuale in pseudo 3D, e il combattimento è in tempo reale.

Ad esplorazione e combattimento, si alterna una parte di avventura grafica “a bivi”, come quella dei libri-game degli anni ’80 e ’90: le scelte del giocatore durante questa parte del gioco danno forma al viaggio di Setrani nel mondo desertico di AoS.

Tali scelte fanno incontrare a Set questo o quel compagno, aprono l’accesso a questo o quel dungeon, e lo portano verso uno dei tre possibili finali del gioco.

La grafica di AoS è interamente illustrata a mano: dalle immagini che accompagnano i dialoghi della storia, al mondo di gioco, dalle animazioni dei personaggi alle magie.

Il sottofondo sonoro d’ambientazione e le musiche del gioco sono composte, suonate e registrate dal vivo dal musicista Gabriele Artuso.

GIF

Caratteristiche principali

  • RPG / avventura grafica
  • azione in tempo reale e in prima persona
  • completamente disegnato e illustrato a mano
  • più di 20 dungeon, più di 50 tra mostri, nemici e boss
  • più di 200 oggetti, circa 80.000 parole di dialogo, più di 150 illustrazioni di accompagnamento
  • stile di gioco retrò (Eye of the Beholder, Dungeon Master)
  • presto disponibile per Windows, Mac OS X e Linux
  • data di rilascio: 2018

Link

Nel video qua sopra il nuovo sistema delle magie:

  • lanciarne troppe ferisce il personaggio che ne abusa;
  • il mana della classe relativa alla magia lanciata cresce e cresce avvelenando il personaggio;
  • la selezione della magia da lanciare avviene in un menu a tendina orizzontale che si apre sulla mano dell’oggetto che focalizza le magie.
  • nuove tracce audio ambientali!

Che ne pensate? Si capisce? Vi pare brutto poter lanciare solo una magia per volta (il selettore richiede la pressione continua del bottone destro del mouse per restare aperto)? La traccia audio vi pare poco o troppo melodica?

marcuz Che ne pensate? Si capisce? Vi pare brutto poter lanciare solo una magia per volta (il selettore richiede la pressione continua del bottone destro del mouse per restare aperto)? La traccia audio vi pare poco o troppo melodica?

Non so se ho capito, ma il menu lo farei tipo “primo click si apre, secondo click seleziono la magia, o clicco dx per chiuderlo”.
La traccia invece mi piace e non so se e’ volontario ma mi piace che sia mixata alta con il resto dei suoni, rende ancora piu’ disturbante che per me ci sta con l’atmosfera, mi ricoda molto STALKER (il film) che ha dei suoni molto forti un po’ dal nulla, se non sbaglio.

Grazie Wintermute !

La traccia invece mi piace e non so se e’ volontario ma mi piace che sia mixata alta con il resto dei suoni,

E’ volontario. Resta da vedere quanto riuscirò a mantenere lo stesso stile per i diversi ambienti, data la differenza tra livelli all’aperto e livelli al chiuso.

Non so se ho capito, ma il menu lo farei tipo “primo click si apre, secondo click seleziono la magia, o clicco dx per chiuderlo”.

Abbiamo fatto una prova nel modo che suggerisci, questa settimana. Subito mi è piaciuta, ma ci sono tre problemi:

  • il keybinding: ci sono fino a 8 bottoni magia in più su schermo e i tasti da 1 a 6 della tastiera sono già presi dalle “mani” dei personaggi;
  • l’uso della magia diventa più veloce e sbilancia i combattimenti, potendo lanciare quasi in contemporanea tre magie e allo stesso tempo attaccare in melèe
  • dato che il rendering del gioco è in 2D, l’effetto visivo di una magia – con l’eccezione di quelle proiettile – viene sostituito da quella successiva se queste sono troppo ravvicinate nella timeline.

Personalmente, posso convivere con i tre problemi, dato che non uso la tastiera per attaccare, ma per il momento abbiamo accantonato.

yo! ho dato un’aggiustatina al post iniziale e ho girato il thread sul blog. buon lavoro col gioco!
https://gameloop.it/2018/07/08/aeon-of-sands-un-dungeon-master-post-apocalittico/

BrunoB

Hey Bruno! Grazie mille! :D

OMG Dungeon Master per Amiga! ho amato alla follia anche Eye of the Beholder ai tempi!

Il tuo progetto è fantastico! complimenti per la capacità di realizzare sprites in pixel art ti tale bellezza :) io purtroppo devo utilizzare la magia nera per realizzare i miei sprites (Blender + render e impostazione dei nodi in fase post produzione per dare l’effetto pixel art).

Sapete una cosa? ho notato che il retro-gaming è in forte creascita su steam e su altre piattaforme, Raspberry PI è praticamente una piccola base per la realizzazione di retro console. Poi ci sono le fantasy console in stile Pico-8, etc. etc.

Sono dell’idea che un gioco 2D fatto bene è eterno, mentre i giochi in grafica 3D invecchiano nel corso degli anni. Oltre a questo amo il retro-gaming quindi questo titolo lo seguo con passione e lo tengo nel cuore.

Mi vado a leggere tutto con entusiasmo :)

Grazie @XenonLab !

Ho amato anche io Eye of the Beholder e i RPG dell’epoca, è incredibile quanto intelligenti fossero le scelte di quei grafici e programmatori, date le limitazioni dei tool del periodo.
Esono d’accordo con te sul rinascimento del retro-gaming! Però, se dovessi ricominciare da capo, probabilmente userei anche io un programma 3D + uno shader, fare tutto in 2D senza finanziamenti e senza un team è davvero darsi la zappa sui piedi! :D

Tra l’altro, è uscita oggi un’intervista a Florian e me su Aeon of Sands: temi, gameplay, ostacoli ecc.

http://www.indieretronews.com/2018/07/aeon-of-sands-trail-exclusive-dungeon.html

Ci sono anche due video in tutto di 6 minuti con nuovo footage del gioco, con: sistema di magie, esplorazione e soprattutto il sistema dei dialoghi.

marcuz I sviluppatori di una volta… bei tempi quando un gioco usciva su supporto hardware (cartucce) e dovevano essere perfetti! niente early access, niente prodotti messi in commercio frettolosamente e incompleti, gente che realizzava giochi immortali e davvero difficili da sviluppare data la mancanza di frameworks e linguaggi/tool che facilitano tale impresa :) quanto hai ragione.

Questo progetto è davvero bello, io lo compro senza guardare neppure i trailer :) per me ci vuole tanto impegno e creatività (vera e genuina) per dare vita a tutto questo.

Io utilizzo delle semplici tecniche per creare modelli 3D low poly che poi renderizzo in stile pixelated (con Blender), su questo hai perfettamente ragione, il problema principale dei giochi 2d sono gli sprites, se non ha artisti nel tuo team che gestiscono la parte grafica fare tutto da soli (oppure in 2/3 persone) richiede tempi di sviluppo e limitazioni notevoli.

Ho visitato la pagina ufficiale e tutte le artworks mi riportano indietro nel tempo, quindi sono soldi spesi bene a prescindere da tutto :)

Grazie mille, sei molto gentile! Hai un link alla tua pagina? E postalo anche sul canale discord, magari trovi un artista con cui collaborare… noi abbiamo iniziato così

Siamo finalmente su STEAM!

Comunicheremo la data di uscita – nel 2018! – nel giro di un paio di settimane!

complimenti!

BrunoB Grazie Bruno! :)

Comments are closed.