#GDC17: Come gestire i conflitti nei piccoli team in maniera produttiva

0

Per la serie “i consigli della nonna” AKA le banalità che tutti sanno ma nessuno mette mai in pratica, ecco le indicazioni (da prendere, specificano, “cum grano salis”) di Rebekah e Adam Saltsman per gestire i conflitti all’interno dei piccoli team:

– Comunicare, comunicare, comunicare: tutto il team dev’essere sempre “on the same page” per evitare che la mano destra non sappia quello che sta facendo la sinistra (“ah, sai quegli asset su cui stavi lavorando da tre mesi? abbiamo deciso due mesi fa che non servivano più, ops…”)

– Quando individuate un problema, presentatelo al team come se steste facendo il pitch di una feature: lasciate fuori l’ego, e proponete una soluzione (che magari non andrà bene, ma comunque dimostra la voglia di collaborare e impegnarsi in prima persona: da evitare invece l’approccio “io vedo questo problema perciò gli altri devono risolverlo”)

– Se arrivate a un’impasse, mettete la questione da parte, oppure, se si tratta di questioni non rimandabili, risolvetela nel modo più veloce (ad esempio usando dei placeholder) per poi tornarci in seguito

– Se non funziona nient’altro, affidatevi agli esperti del vostro team (ad es. andate dal director artistico per problemi dal lato artistico) o a mentor esterni (che hanno il vantaggio di non essere impelagati nelle paludi delle dinamiche del team) e chiedete a loro delle soluzioni (la cui bontà verificherete provando a implementarle)

Come già detto all’inizio, non si tratta di linee guida rigide, ma di “consigli della nonna” da applicare con la dovuta elasticità.

Adam e Rebekah Saltsman sono i cofondatori di Finji, publisher del recente Night in the Woods e developer di Overland (che hanno usato spesso nel loro talk per esemplificare i loro punti). Prima ancora di Finji, Adam Saltsman ha creato quella pietra miliare che è stata Canabalt.

A dev’s guide to ensuring studio conflict is healthy and productive

ubm.io
At GDC today, Finji CEO and cofounder Rebekah Saltsman shared some advice on cultivating “good” conflict during game dev and avoiding toxic conflict, based on years of experience running Finji.

Comments are closed.