Quegli indie che tornano negli studi AAA

0

Finora la “narrativa” è stata quasi sempre quella dello sviluppatore AAA che decide di tentare la strada indie, ma in realtà esiste anche chi fa il percorso contrario: c’è chi, dopo aver sperimentato l’insicurezza finanziaria e, talvolta, anche l’isolamento sociale della carriera indie, decide di tornare agli studi AAA (o di approdarci per la prima volta, nel caso degli sviluppatori più giovani, che magari hanno iniziato la carriera con qualche progetto personale o in piccoli team).

Considerato poi che anche in ambiente AAA può capitare di ritrovarsi in team abbastanza piccoli da permettere a tutti di dare la propria impronta personale al progetto, la distanza dal workflow indie può non essere così netta, anche se comunque va messo in conto di doversi (ri)abituare agli orari di ufficio e anche a mediare e trovare punti d’incontro e compromesso coi colleghi.

Is there an exodus from indie back to AAA?

ubm.io
“If you average out indies, they make far less than AAA devs,” says Teddy Dief, creative director of Square-Enix Montreal. “Don’t go indie for the money. Hell, don’t go into games for the money.”

Comments are closed.