Rocket League abbandona le loot crate in Cina, forse a causa delle leggi locali sul gambling

0

ROCKET LEAGUE RINUNCIA ALLE LOOT CRATE IN CINA, FORSE A CAUSA DELLE LEGGI LOCALI SUL GIOCO D’AZZARDO?

Ormai è consuetudine, specie per i giochi free-to-play, implementare reward casuali sotto forma di “loot crates”, “casse premio” che contengono item più o meno di valore distribuiti in maniera random.

Come sicuramente già saprete, spesso questi premi si possono ottenere sia in-game, sia (soprattutto) pagando con moneta sonante, e di solito più si paga, più c’è possibilità di ricevere item rari.

Il tutto si configura in maniera piuttosto netta come gioco d’azzardo, ma in molti casi non è visto come tale dai giocatori, ma soprattutto dalle legislature dei vari stati.

Un caso interessante menzionato nei commenti a questo thread Reddit (http://bit.ly/2h9HnvH) è quello di Rocket League, che in Cina non ha le loot crate, ma semplicemente i vari item che possono essere comprati ognuno a un diverso prezzo, senza che ci sia alcun elemento random nella transazione.

Perché questa differenza? Secondo l’autore del commento, dato che le leggi cinesi obbligano di rivelare le percentuali di “vincita” dei vari item all’interno delle loot crate, gli autori di Rocket League avrebbero preferito rinunciare completamente al sistema, piuttosto che rivelarle.

It Is Time That We Start Referring to Loot Boxes as Gambling • r/Games

www.reddit.com
24741 points and 3533 comments so far on reddit

Comments are closed.